SEO di base: i 10 passi per creare un sito web efficace seguendo i principi

In questo articolo useremo i principi base SEO per creare un buon sito web, efficace e performante. Agli inizi della mia carriera, volevo arrivare a creare dei siti web e far si che siano visitati, che ci sia un buon traffico, in maniera tale da accontentare al massimo i miei clienti. Ma a quel tempo non ero a conoscenza di tutte le possibilità di Web Hosting e soprattutto delle tecniche SEO correlate. In seguito ho studiato e approfondito la conoscenza del problema ed ho sperimentato molte delle possibilità di Web Hosting attuali, poi ho iniziato a sperimentare la mia conoscenza con il mio sito web/blog personale e di conseguenza ho sperimentato e portato tutto quello che apprendevo sul mio lavoro di web developer.

Questo è quello che gli americani definirebbero “best practice“, se vogliamo poi riportarlo in italiano potremmo dire “è la pratica che conta!“. Basta avviare un sito e sperimentare, ma non è sufficiente, bisogna sempre documentarsi e studiare. Però facciamo sempre attenzione al fatto fondamentale: sappiate che nessuno fa niente gratis, e quindi ficcandosi bene in testa che gratis non esiste, bisogna capire che qualcosa è necessario investire, direi che la bravura sta nel trovare un giusto equilibrio tra l’investimento e il procurarsi gli strumenti giusti per lavorare.

Problemi con Wordpress?

Vuoi creare un nuovo sito con Wordpress e hai bisogno di aiuto?

SEO - sito web

Riassumiamo quindi i 10 passi fondamentali da seguire per creare un sito web efficace e performante per essere visibile su Google:

1) Sito web e SEO: HTML e CSS

Come tutti sanno Html è Hyper Text Markup Language cioè il linguaggio di markup nato e usato appositamente per il web e il CSS o Cascading Style Sheet sono i fogli di stile usati per definire la formattazione o per meglio dire “lo stile” con cui viene presentato il documento Html.
In questi due acronimi in pratica si riassumono le basi su cui ogni sito web viene realizzato. ed è proprio grazie a loro che su Internet possiamo vedere siti web più o meno belli, moderni e professionali.
Evidentemente un sito realizzato con codice HTML e CSS di “bassa qualità” può compromettere in modo permanente oltre alla fruibilità anche il suo posizionamento nei motori di ricerca, principalmente su Google.
Questo perchè lo spider di Google, ed anche quelli degli altri motori di ricerca, potrebbero trovare delle difficoltà nel recuperare le giuste informazioni dalle pagine del tuo sito web. Quindi è fondamentale scrivere codice Html e CSS il più possibile corretto.

Scegli gli specialisti di Wordpress

Hosting, Assistenza, Personalizzazioni per Wordpress

WP Manage

2) Sito web e SEO: Esperienza Utente

L’esperienza utente (UX – User Experience) è il termine utilizzato per definire l’interazione del visitatore nella navigazione di determinato sito web, le sue percezioni, gli atteggiamenti, e le emozioni percepite.
E’ evidentemente qualcosa di soggettivo per ogni utente, ma è opportuno creare la migliore esperienza utente possibile e per farlo è necessario realizzare un interfaccia web (in pratica la grafica del sito, ma non solo) in grado di semplificare e rendere fruibile nel miglior modo possibile la navigazione del sito stesso, facilitando l’utente stesso nell’individuare i contenuti che più lo interessano.
L’esperienza utente pertanto non è solo condizionata dagli elementi grafici del sito, ma anche dalla qualità dei contenuti e dalla facilità con cui questi sono raggiungibili.

3) Sito web e SEO: Creazione dei contenuti

I contenuti sono la base per ottenere visibilità su google, ma non solo, sono anche la cosa che crea interesse nel sito web. Per contenuti ovviamente si intende i testi, l’audio, i video e le immagini.
Il contenuto del sito web è una delle informazioni più importanti che un motore di ricerca tende e cerca di individuare in un sito internet.
A seconda del tipo di contenuto, e soprattutto della sua qualità, Google e gli altri motori di ricerca decideranno il posizionamento del sito web.
Conoscere bene l’arte della creazione dei contenuti è quindi un’abilità fondamentale che ogni consulente dovrebbe avere, ma è possibile avvalersi anche della collaborazione di un’altra figura professionale specializzata per questo: il Content Creator. Quindi, che lo si faccia da soli, che si collabori con un consulente o che ci si avvalga di un Content Creator, l’imperativo è: creare contenuti attraenti, professionali, interessanti ed efficaci.

Problemi con Wordpress?

Vuoi creare un nuovo sito con Wordpress e hai bisogno di aiuto?

4) Sito web e SEO: Ricerca parole chiave

Siamo al punto 4, ma forse questo potrebbe essere anche il punto 3 perché la ricerca delle parole chiave (keywords) è un aspetto altrettanto fondamentale va di pari passo alla creazione dei contenuti.
E’ opportuno fare ricerche approfondite per trovare le parole chiave più pertinenti al target del nostro sito web, capire quali siano le più interessanti e con numeri di ricerca più elevati per poter sviluppare delle pagine o dei contenuti basati su di loro.
Ci sono tanti strumenti per trovare parole chiave interessanti per il proprio sito web, la maggior parte a pagamento, però anche con qualche strumento gratis si possono ottenere risultati attendibili.

Scegli gli specialisti di Wordpress

Hosting, Assistenza, Personalizzazioni per Wordpress

WP Manage

5) Sito web e SEO: Struttura del sito

La cosa più opportuna è organizzare il proprio sito web in categorie, soprattutto se i contenuti del sito web sono consistenti.
Questo permette a Google, ma anche e sopratutto agli utenti, di capire come muoversi all’interno del sito e come recuperare le informazioni che si stanno cercando.
Possiamo paragonare un sito web ben organizzato ad un negozio o una libreria la cui disposizione dei prodotti all’interno degli scaffali è suddivisa in maniera logica e facilmente ricercabile, evidentemente per chi entra nel negozio o nella libreria, meglio sono disposti i prodotti, più facilmente troverà il prodotto o il libro che sta cercando. Quindi organizzare i contenuti al meglio è il segreto.

6) Sito web e SEO: Seo On Page

Questa in realtà è una attività che comporta diverse operazioni da mettere in pratica, vediamo come fare:

Url Seo friendly
Bisognerebbe cercare di ottenere un indirizzo della pagina più breve possibile.
Facciamo un esempo: https://ilmiodominio.com/contenuto-della-pagina
In pratica “contenuti per la pagina” dovrebbe contenere o essere la parola chiave principale del contenuto che si vuole indicizzare.

Il Tag Title
Il tag title dovrebbe iniziare o perlomeno contenere la parola chiave principale. Se possibile, aggiungere anche altre keyword secondarie, l’importante é che il titolo sia leggibile e abbia un senso compiuto.

Il Tag Description
Il tag description non è più considerato un fattore di posizionamento diretto oramai da tempo. Però se viene scritto in modo da attrarre l’attenzione dell’utente che ha appena effettuato una ricerca su Google potrebbe aumentare il numero dei click e/o il numero dei visitatori del sito web.

Il Titolo dell’articolo (H1)
Sarebbe opportuno far coincidere il titolo dell’articolo con il tag title. In genere è necessario un plugin per personalizzare i due campi e sfruttare il titolo per utilizzare quelle keyword che non sei riuscito ad inserire nel tag title.

I Sottotitoli (H2, H3, H4 ecc)
L’ideale sarebbe suddividere l’articolo in sotto sezioni. Ognuna delle quali, a seconda della loro importanza, potrà essere dedicata ad una keyword secondaria rispetto alla principale. Ed ognuna delle quali con un titolo, (H2, H3, o H4) ed il relativo paragrafo di testo normale.
In questo modo gli articoli saranno dettagliati e lunghi e Google li preferisce rispetto ad articoli brevi che trattano in modo più superficiale l’argomento di cui stai parlando..

Media : immagini, video e podcast
Usa le immagini, i video o i file audio pertinenti a quello che stai scrivendo. L’esperienza dell’utente in questo caso sarà certamente migliore, cosa che farà aumentare anche il tempo di permanenza sul sito.

Link esterni
Questa è una strategia che un consulente esperto adotta quasi sempre perché consente di ottenere facilmente più traffico.
Però è necessario collegare risorse autorevoli che completano le informazioni del tuo articolo. Questo Google lo capisce e te ne sarà grato premiando il tuo contenuto rispetto ad altri che non contengono link esterni.

7) Sito web e SEO: Backlink

Google cambia costantemente i suoi algoritmi, ma nonostante ciò i backlink che puoi ricevere nel tuo sito web rimangono uno più importanti fattori di posizionamento.
Quando gestisci un sito tuo, o quello di un tuo cliente, devi programmare una campagna di link building con l’obiettivo di far crescere il numero di link che fanno riferimento a questo sito.
Così facendo, anche l’autorevolezza del sito aumenterà di pari passo.
Il tipo di link che dovresti ottenere dovrà provenire da siti autorevoli e pertinenti con la tua nicchia di mercato.

8) Sito web e SEO: Ottimizzare le immagini

Le immagini di una pagina web dovrebbero raccontare quello che i contenuti testuali descrivono all’interno di essa, dovrebbero anche attirare il lettore, quindi essere accattivanti e ottimizzate sia per dimensioni che per qualità. Se la pagina è un articolo l’immagine di copertina dovrà essere inerente e chiara. Tutte le immagini contenute all’interno dell’articolo devono sia avere l’attributo ALT Tag o testo alternativo, che un titolo. 

9) Sito web e SEO: Verificare la velocità e la versione mobile

La velocità di una pagina web è un importantissimo fattore di posizionamento ed un valore aggiunto per l’utente a cui viene fornita una miglior esperienza e, se la pagina è veloce, può ridurre la frequenza di ribalzo inducendo il visitatore a rimanere di più. Quindi una volta ottimizzato il contenuto e le immagini secondo quanto detto nei passi precedenti bisogna controllare la velocità della pagina e cercare di renderla il più veloce possibile, Un altro aspetto tecnico importantissimo da controllare prima di pubblicare la vostra pagina web è l’esistenza e correttezza della versione mobile dal momento che è valutata da Google per il posizionamento come uno dei fattori principali (mobile first) e soprattutto è essenziale per l’utente dal momento che è assodato ormai che la maggior parte della navigazione sul web è fatta dagli smartphone e dispositivi mobile in genere.

10) Sito web e SEO: Agevolare la condivisione

E “last but not least” come dicono gli inglesi la condivisione sui social è fondamentale per completare la vostra ottimizzazione per i motori di ricerca ed in quest’ottica l’utente deve essere agevolato ad esempio con dei bottoni all’interno dell’articolo, a permettere la condivisione con i sui follower su social tipo Linkedin, Facebook, Twitter e altri. Questo, in fondo semplice accorgimento, aumenterà le visualizzazioni della vostra pagina web.

Ma se tutto ciò per te risulta complesso e lungo da realizzare, prendi in considerazione nel tuo progetto e nel tuo budget di investimento di avvalerti della collaborazione di uno o più professionisti.

Affidarsi all’esperienza di un vero professionista del settore migliorerà la fruibilità, la visibilità, l’efficacia ed il rendimento, anche finanziario, del tuo sito web, bisogna solo far attenzione a scegliere “veri professionisti” per essere sicuri di avere il risultato sperato

 

Leave a Comment

Back to top